Il padre dell'informatica:
Alan Turing

Possiamo vedere solo poco davanti a noi, ma possiamo vedere tante cose che bisogna fare.

Un'immagine di Alan Turing

L'inglese Alan Turing, un matematico ed esperto crittografo, è ritenuto uno dei più importanti sperimentatori della matematica e della prima informatica. E' considerato uno dei fondatori dell'informatica moderna, precursore dell'idea (all'epoca utopistica) dell'intelligenza artificiale, e colui che ha formalizzato l'idea di algoritmo.

Il suo lavoro ebbe una notevole influenza sullo sviluppo dell'informatica, grazie alla sua formalizzazione dei concetti di algoritmo e calcolo mediante la macchina che porta il suo nome, che a sua volta ha svolto un ruolo significativo nella creazione del moderno computer. Per questo contributo Turing è solitamente considerato il padre della scienza informatica e dell'intelligenza artificiale, da lui teorizzate già negli anni trenta; quando non era ancora stato creato il primo vero computer.

Fu anche uno dei più brillanti crittoanalisti che operavano in Inghilterra, durante la seconda guerra mondiale, per decifrare i messaggi scambiati da diplomatici e militari delle Potenze dell'Asse.

Nonostante la sua grandezza, fu perseguitato perchè omosessuale; la castrazione chimica, che gli evitò la prigione, lo condannò a un decadimento morale. Turing pose fine alla sua sofferenza iniettando del cianuro in una mela, che successivamente morse. Una mela segnò la morte del padre dell'informatica... questa volta nessuno avrebbe potuto salvarlo con un bacio.