Back to home

Il sito per chi vuole studiare meglio

Questa sezione è dedicata allo studio dei sistemi embedded. Con questa nome si intendono tutti quei dispositivi che non appartengono alla classificazione classica dell'architetura di Von Neumann. Dopo la nascita di ARDUINO, molte grandi aziende hanno sottovalutato il progetto, per accorgersi successivmanete dell'enorme successo che la scheda ha avuto. Basti pensare che ARDUINO ha dato il via a un nuovo ramo del mercato dell'elettronica, le cosiddette schede SMALL FORM FACTOR. Non c'è azienda oggi, grande o piccola, che non abbia il suo prodotto SFF. Basti pensare ad Intel, da diversi anni è presente sul mercato con la sua piattaforma GALILEO basata su processori Atom

Arduino

Non è necessario presentare la piattaforma ARDUINO.
Il web è ricchissimo di ogni tipo di informazione sulla piccola scheda che ha rivoluzionato il modo di avvicinarsi all'elettronica. Vanto italiano in tutto il mondo
ARDUINO nasce, per volontà dei suoi creatori, come progetto Open Hardware. Questo ovviamente ha consentito una rapidissima diffusione e la partecipazione al progetto di moltissime persone. Chi già conosce ARDUINO, sa che la scheda riduce in modo drastico i tempi di prototipizzazione, ma per progetti solo un po' più complessi è necessario munirsi di buone basi teoriche in elettronica, informatica e anche trasmissione dati e matematica. Dal link presente a lato, si può scaricare un manuale molto utile con istruzioni di base per collegare la scheda all'hardware più comune. E' presente inoltre un cosro fruibile solo dagli alunni del corso
Lo scopo di queste pagine è quello di fornire le idee base dal quale prendere spunto per sviluppare i propri progetti. Come si vedrà, man mano che si procede nello studio della scheda, l'hardware da connettere utilizza diversi protocolli di comunicazione: seriale, I2c, RS485, USB. Questo aspetto è molto importante didatticamente perchè stimola la curiosità dell'alunno a studiare nuovi argomenti

Progetto dissuasore ad ultrasuoni

Per approfondire la conoscenza di ARDUINO e non solo, nella pagina dissuasore ad ultrasuoni è presente un progetto che prevede l'uso di diversi componenti discreti tra i quali due microcontrollori: il PIC12F675 e oramai molto conosciuto ATMEGA328p che è il componete principale della scheda ARDUINO

Google ANDROID

Gli articoli allegati sono utili per cominciare a programmail SysOp Di Google presente sulla maggiornaze degli smartphone E' presente una guida molto utile per configurare il sistema di sviluppo necessario alla programmazione

Raspberry



Nucleo STM


Attenzione:
WORK IN PROGRESS